amazon-inknotbottone iBooks Google Play bottone-kobo

La fiaba: racconto di vita

Il testo La fiaba racconto di vita intende potenziare il valore e le funzionalità psicoeducative delle fiabe con attenzione alle fiabe personalizzate. Attraverso la creazione di fiabe “su misura” si sottolinea il forte impatto emotivo, educativo e comunicativo di una narrazione “cucita” sulla storia del destinatario. Il libro rappresenta un viaggio il cui filo conduttore è la fiaba chiamata a raccontare, con le sue metafore, storie di vita vera che sono storie di speranze ed emozioni, storie di sogni realizzati e di dolci carezze d’amore. Di pagina in pagina, le fiabe danno la possibilità di dare voce ai sentimenti autentici come l’amore e la fiducia, a legami importanti quali l’amicizia o la genitorialità, a valori significativi quali la cura dell’altro e l’altruismo. Il testo raccoglie risonanze emotive e riflessioni interessanti non solo per professionisti del “prendersi cura dell’altro” come insegnanti, pedagogisti o psicologi ma per tutti coloro che vivono con profondità ed attenzione il loro quotidiano. Il libro si struttura in cinque parti: diventare grandi, l’adolescenza e l’amicizia, la genitorialità, l’amore, la nascita. Il lettore potrà attraversare queste fasi proprio come accade nella vita.

Dottoressa Eugenia Russo, psicologa psicoterapeuta sistemico-relazionale. Ha lavorato presso strutture di accoglienza per minori, provenienti da sistemi socio-familiari disfunzionali, oltre che offrire le sue competenze nei consultori familiari presenti sul territorio.
Sono diversi i progetti territoriali in cui ha cooperato con altre figure professionali per prevenire e promuovere il benessere collettivo e individuale. Attualmente svolge libera professione e attività di sostegno per bambini e ragazzi diversamente abili.

Dottoressa Anna Riva, pedagogista ed educatrice professionale. Ha lavorato presso strutture di accoglienza per minori a rischio. Ha collaborato per cooperative sociali, presso centri di aggregazione e scuole affiancando altre figure professionali, occupandosi di sostegno pedagogico, supporto all’integrazione scolastica e sociale, stesura e realizzazione di progetti con finalità socio-educative.

Le autrici sono impegnate nell’ideazione di fiabe personalizzate anche in contesti di supporto psico-educativo per bambini, giovani, adulti, coppie e famiglie. Hanno elaborato progetti per scuole e centri ricreativi allo scopo di utilizzare la fiaba come strumento atto a favorire il riconoscimento e la consapevolezza delle emozioni oltre che la creatività ed il potenziamento delle relazioni troppo spesso messe “ai margini” da una realtà sociale vissuta sulle reti digitali.

Insieme hanno fondato l’associazione Emeìs, un’associazione di promozione sociale che ha per scopo l’elaborazione, l’organizzazione e la realizzazione di manifestazioni, eventi, progetti psico-pedagogici attraverso attività che si vogliono far diventare luoghi dove poter fare cultura partecipata, dove si favorisce l’interazione, la comunicazione, l’espressione di emozioni e la crescita personale e collettiva.

Attualmente l’Associazione sostiene attivamente il Programma Nazionale “Nati per Leggere” che ha l’obiettivo di promuovere la lettura in età precoce in famiglia. Leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare ha una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale, cognitivo ed emotivo. Inoltre la pratica della lettura consolida nel bambino una buona abitudine che si protrae nelle età successive grazie all’approccio precoce legato alla relazione.